Progetta Stephenson 86

PROGETTA STEPHENSON 86, Milano | 2016

concorso di progettazione d'idee per un edificio uffici in via Stephenson

Titolo: WORKING IN THE GREEN 

Project team: 

arch. Maria Sara Cambiaghi _ capogruppo

arch. Chiara Capriulo

arch. junior Piergiorgio Loconte

Superficie lorda: 4.776 m2  (direzionale) +  561 m2 (magazzino)


PROGETTA STEPHENSON 86, Milano | 2016
design competition for an office building in Milan at Stephenson street
Project title: WORKING IN THE GREEN
Project team:  arch. Maria Sara Cambiaghi _lead; arch. Chiara Capriulo, arch. junior Piergiorgio Loconte
Gross floor area: 4.776 m2  +  561 m2
 
Il progetto affronta il tema di un edifico per uffici, inserito nel contesto di un’area di trasformazione urbana, come un’occasione di riflessione sul concetto di edificio privato che svolga anche una funzione pubblica e sul tema del lavoro in ufficio.
Chi lavora in un ufficio vi trascorre circa il 60% della giornata per cui parte del benessere personale è dovuto al benessere lavorativo inteso anche come qualità dell’ambiente in cui si lavora.
Il nostro progetto pone attenzione al tema del rapporto con il contesto urbano aprendosi ad esso tramite un accesso pubblico che permette a tutti di fruire della piazza coperta e del giardino interno con verde, sedute e giochi d’acqua.
Il piano primo destinato esclusivamente ad uffici si sviluppa come una grande piastra illuminata da luce naturale tramite le facciate perimetrali e le corti interne a doppia altezza che ospitano giardini segreti.
I corpi scala sbarcano sulle corti verdi, hanno dei muri vegetali, sono illuminati con luce naturale e dotati di affacci interessanti, così da incentivare l’uso delle scale  sia per un risparmio energetico sia per uno stile di vita più salutare.
Il piano copertura è concepito come una piazza scoperta ricca di verde, che ha anche funzione di drenaggio delle acque piovane. Le pavimentazioni sono fotovoltaiche. Immersa nel verde del tetto giardino e lontano dal traffico serpeggia una pista da corsa per i dipendenti.
I tre ingressi distinti e la possibilità di avere tre corpi scala rende l’edifico funzionalmente suddivisibile e lo dota quindi di una buona flessibilità. Lo schema a piastra con le corti verdi interne permette di suddividere gli ambienti in molte combinazioni senza vincoli di affaccio, superando quindi i classici schemi funzionali (ufficio/corridoio/ufficio o il corpo quintuplo).

Cliente

LIUNI spa
June 30, 2016 / October 15, 2016

Categorie

architecture competitions research

Ambito del progetto

Business Green Design

Documenti allegati


Gallery